Blog

restaurant industry lavorare nella ristorazione

Partire per lavorare nella ristorazione a Londra

Cambiare Paese, e quindi le proprie abitudini e modi di vivere, non è mai facile, ma con i tempi che corrono sono sempre di più i giovani che decidono di partire per l’estero e lavorare nella ristorazione. Le ragioni che li spingono ad intraprendere questa strada, sia per qualche esperienza temporanea che in modo permanente, sono diverse, ma sicuramente avranno la possibilità di sviluppare una diversa apertura mentale sulla base di una nuova realtà multiculturale che difficilmente si trova in altre parti del mondo.

Tra tutte le mete disponibili, Londra è sicuramente una delle più ambite per i giovani esploratori che creano tendenze, novità, futuro e prospettive.

Inoltre, gli Italiani hanno una marcia in più per quanto riguarda il settore enogastronomico. Ciò è anche dimostrato dal fatto che la maggior parte dei ragazzi italiani riescono a lavorare nella ristorazione come camerieri in locali, soprattutto se gestiti da Italiani intraprendenti, che hanno deciso di investire nella capitale inglese. Occorre, tuttavia, ricordare che, dal punto di vista culturale, le due realtà sono molto diverse e abituarsi non è facile.

Nonostante questo, però, l’internazionalità che caratterizza una capitale come Londra permette di intraprendere esperienze in ambienti italiani, rimanendo comunque legati alla propria cultura e alla propria tradizione. Inoltre, le comunità italiane oggi presenti a Londra sono numerose e organizzano eventi e incontri tra connazionali, cosi da non sentirsi mai soli.

Londra è una città “business-oriented”, la voglia di fare e la determinazione vengono premiate, garantendo la possibilità di fare carriera, specialmente se si vuole lavorare nella ristorazione. Ovviamente ciò determina una maggiore competitività in questo mercato.

Quindi rimboccatevi le maniche e datevi da fare; a Londra “lavoro” e “business” sono le parole d’ordine. Lavorare sodo è la normalità e, di conseguenza, per eccellere, bisogna sicuramente lavorare qualche extra hours, facendosi notare con un buon customer service.

Il lato positivo è che, nonostante non si abbiano troppi anni di esperienza, i datori di lavoro valutano molto la voglia di fare e l’entusiasmo al momento dell’assunzione.

Il successo sarà quindi nelle vostre mani: abilità di apprendimento e costanza sono caratteristiche fondamentali, e se avrete voglia di impegnarvi a fondo, riuscirete sicuramente a raggiungere i vostri obiettivi.

Se invece si ha già una buona esperienza alle spalle in catering e ristorazione, è possibile puntare ad una posizione manageriale in ristoranti e locali più esclusivi, dove il lavoro risulterebbe più gratificante e con veloci prospettive di carriera.

Ovviamente, in questi locali la presenza di personale italiano è fondamentale, in quanto molto spesso la clientela proviene dall’Italia e il contatto con connazionali può dare al cliente l’idea di essere a casa. Inoltre, i clienti non italiani avranno la percezione di mangiare cibo italiano di qualità, cucinato da esperti chef di origini non sospette.

Nonostante l’internazionalità della maggior parte dei camerieri in tutti i locali londinesi, trovare un posto risulterà più complicato se non si ha una conoscenza minima dell’inglese.

Durante la fase di ricerca di un lavoro nel settore ristorazione a Londra è infatti consigliabile frequentare una delle tante scuole di lingua che aiuterà a superare il primo impatto con il ‘British’ e con i numerosi accenti presenti in città.

Un’esperienza del genere vi porterà ad apprezzare le differenze di cultura e anche a prendere consapevolezza delle vostre capacità e dei vostri limiti, aiutandovi sicuramente a comprendere meglio i percorsi da intraprendere in futuro.

Cooking – Photo Credits by Skånska Matupplevelser on Flickr – Licenza Creative Commons al momento dell’utilizzo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *